Democrazia Popolare
Editoriali

Chi non vuol chinar la testa all’ordine fascista di Putin……lista parziale dei compagni arrestati

Alcuni comunisti plaudono all’ordine fascista putiniano?

I comunisti non dovrebbero chinar la testa all’ordine fascista di Putin. Quando arresti e manganelli i manifestanti per nascondere la verità. La cosa molto interessante è rappresentata dal fatto che alcuni sedicenti comunisti nostrani hanno deciso di stare dalla parte dello zar, probabilmente in chiave NATO.

Ben lungi dall’essere dalla parte dell’imperialismo è comunque interessante notare che Putin, qui probabilmente sta il cortocircuito, ha instaurato un regime dittatoriale sottomettendo ai suoi capricci non solo l’economia ma anche il popolo. In effetti si parla di una forma di imperialismo portato avanti anche con i terroristi taglia gole della Siria e gruppi neo nazisti come la Wagner Group che opera in Africa creando una serie di violenze quasi incontrollate.  Chi decide di non chinar la testa viene ostracizzato, arrestato e torturato. Sicuramente è stato arrestato Nikolai Zubrilin, il capo del Partito Comunista alla Duma di Mosca, il primo ottobre del 2021 e poco dopo anche  Pavel Ivanov che invece era a capo delle manifestazioni sempre per il medesimo partito. Anche la stampa, se non asservita al potere, ormai non può più parlare. Il deputato comunista della Duma di Saratov, Nikolay Bondarenko, è stato arrestato con false accuse colpevole per essere troppo pericoloso per le sorti regionali di Russia Unita. Il deputato Yuri Yukhnevich della Duma di Tyumen è stato arrestato per aver pubblicato un video dove si raccontava il malaffare di Russia Unita.

I comunisti, noi siamo della corrente Democrazia Popolare, non possono certamente tollerare l’ordine fascista di Putin.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.