guerra informatica
Tecnologia

Guerra informatica: tutti ora sono consci di questo pericolo

Guerra informatica: cos’è questa sconosciuta?

La tragica impreparazione dell’Italia nella tecnologia ha fatto i conti con la guerra informatica che gli Anonymous ma non solo stanno portando attacchi contro la Russia e la Bielorussia. Ma internet nasconde una serie di pericoli portati avanti dai truffatori che cercano di carpire, anche con le email di phishing, dati personali e l’accesso completo alla rete. La rete informatica deve essere presa in grande attenzione non solo per le minacce esterne ma anche per le problematiche inerenti alla scarsa conoscenza della tecnologia da parte dei dipendenti. La guerra è mondiale e davvero in pochi la conoscono ed ancora meno sanno cosa fare per ridurre i danni.

Il primo passo per ridurre i danni è la creazione di un piano di disaster recovery

Sicuramente riuscire a correre ai ripari mediante il backup cloud perché solo in questo modo è possibile reperire l’intera piattaforma informatica. Quindi anche se si dovesse incappare in un ransomware si può risolvere agevolmente il problema. Ma gli attacchi informatici sono di vario tipo e possono realmente creare danni nell’interruzione del servizio. In questo caso la cosa migliore è l’utilizzo di un firewall fisico, strumento che dovrebbe essere in grado di porre un argine agli ingressi non autorizzati.

La guerra informatica è un grave pericolo per le aziende e per le istituzioni

Sarebbe ora che si facesse già dalla scuola un’educazione informatica in modo da non rischiare di avere ancora nel nostro paese le forze per resistere ai continui pericoli della rete che è diventata un elemento essenziale per la vita delle persone e delle compagnie.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.